ASSOCIAZIONE MARCHIGIANA TRAUMATIZZATI
CRANICI ANDREA ODV
Via Aprutina 197 - 62016 POTENZA PICENA (MC)
 
 
RELAZIONE SOCIALE 2021
 
     
ORGANI DELL'ASSOCIAZIONE
     
PRESIDENTE SCARPONI GIUSEPPE  
     
CONSIGLIO DIRETTIVO CAPUANO FRANCO ANTONIO  
  CARLONI ALFIO  
  D'URBANO ANNA  
  GRIFFONI GIANLUCA  
  MARZETTI MARIA CHIARA  
  STEFONI ESTER  
  SCARPONI GIUSEPPE  
     
COMITATO SCIENTIFICO DOTT.SSA CALDERISI EMILIA  
  DOTT. DE ROSA MARINO  
  DOTT. GIRONELLI LUCA  
  DOTT. MORGANTINI ANTONELLO  
  SIG.RA DOTTORI MARIA LOREDANA  
  SIG.RA NATICCHI SARA  
  SIG.RA SACCONI ANNA  
  SIG.RA PEPEGNA STEFANIA  
 
 

RELAZIONE SOCIALE AL 31/12/2021

     
     
1.   INTRODUZIONE

In questa relazione si intende esporre i principali risultati ottenuti nell’esercizio 2021 che per Statuto si apre il 01/01/2021 e si chiude il 31/12/2021 facendo costante riferimento agli obiettivi di utilità sociale che l’Associazione in quanto Organizzazione Di Volontariato iscritta al RRV con D.R. n. 164 del 12/07/2021 è tenuta a perseguire.

     
2.   GLI OBIETTIVI DELLA ASSOCIAZIONE

L’Associazione, costituita il 18/09/2020, in quanto ente non profit totalmente solidaristico si propone esclusivamente risultati di utilità sociale. Si riporta di seguito l’art. dello Statuto relativo alle finalità della associazione:
“ L'associazione persegue finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale: in particolare l’Associazione indirizza la sua attività a favore dei traumatizzati cranici, della grave cerebrolesione acquisita e della disabilità acquisita, prendendo in carico sia gli interessati sia le loro famiglie, e svolge attività di informazione, sensibilizzazione, sostegno e prevenzione in relazione alle problematiche connesse.
L’associazione svolge in via principale e prevalentemente in favore di terzi, le seguenti attività di interesse generale, di cui all’art. 5 del Codice del Terzo settore, avvalendosi in modo prevalente dell’attività di
volontariato dei propri associati:

     
-  

interventi e servizi sociali ai sensi dell’articolo 1, commi 1 e 2, della legge 8 novembre 2000, n. 328, e successive modificazioni, e interventi, servizi e prestazioni di cui alla legge 5 febbraio 1992, n. 104, e alla legge 22 giugno 2016, n. 112, e successive modificazioni;

     
-  

prestazioni socio-sanitarie di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 14 febbraio 2001, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 129 del 6 giugno 2001, e successive modificazioni;

     
-  

servizi finalizzati all’inserimento o al reinserimento nel mercato del lavoro dei lavoratori e delle persone di cui all’articolo 2, comma 4, del decreto legislativo recante revisione della disciplina in materia di impresa sociale, di cui all’articolo 1, comma 2, lettera c), della legge 6 giugno 2016, n. 106.

     

L’associazione per il perseguimento dello scopo sociale e compatibilmente con le attività di interesse generale elencate, potrà svolgere le seguenti attività specifiche:

     
-  

promuovere il recupero dei traumatizzati cranici, della grave cerebrolesione acquisita e della disabilità acquisita, favorendo il reinserimento sociale lavorativo;

     
-  

fornire supporto informativo per le problematiche sanitarie, sociali, economiche ed amministrative dei traumatizzati cranici, della grave cerebrolesione acquisita e della disabilità acquisita nonché delle loro famiglie;

     
-  

promuovere iniziative, convegni, seminari, borse di studio, pubblicazioni, eccetera, atte a sensibilizzare al problema non solo l’opinione pubblica ma in particolare le forze politiche e sociali, autorità amministrative e gli operatori della salute;

     
-   promuovere attraverso i mass media campagne di prevenzione e sensibilizzazione;
     
-  

sostenere i familiari dei traumatizzati cranici, della grave cerebrolesione acquisita e della disabilità acquisita nella assistenza ai loro congiunti, in particolare fornendo loro un servizio di accompagnamento al fine di rendere la famiglia più consapevole nella gestione della malattia e più autodeterminata nella scelta del loro percorso di vita;

     
-  

fornire una dimora, qualora si rendesse utile, durante il periodo di degenza del traumatizzato presso l’Istituto Santo Stefano, attraverso la gestione di una “casa – alloggio”, sempre senza alcuno scopo di lucro e a puro fine di solidarietà;

     
-   organizzare e gestire un centro – diurno;
     
-  

curare il reperimento delle risorse economiche per lo svolgimento delle suddette attività. Tutte le attività potranno essere svolte in convenzione con Enti pubblici o privati, università, fondazioni o altro Ente interessato.

     
-   ogni altra attività compatibile e coerente con le attività di interesse generale come sopra individuate.
     

L’associazione, ai sensi dell’art. 6 del Codice del Terzo Settore e nel rispetto dei criteri e limiti definiti con apposito Decreto ministeriale, potrà svolgere attività diverse da quelle di interesse generale, purché secondarie e strumentali rispetto a queste ultime e coerenti sia con le finalità che con le attività di interesse generale dell’associazione. Sarà cura del consiglio direttivo definire tipologia e modalità di svolgimento delle predette attività diverse. Il consiglio direttivo documenta il carattere secondario e strumentale delle attività diverse nella relazione al bilancio d’esercizio o nella relazione di missione.

     

L’associazione potrà garantire la sua collaborazione ad altri enti per la realizzazione di iniziative che rientrano nei propri scopi.

     

Per il migliore raggiungimento degli scopi sociali, l’Associazione potrà, tra l’altro, possedere, e/o gestire e/o prendere o dare in locazione beni, siano essi mobili che immobili; fare contratti e/o accordi con altre associazioni e/o terzi in genere, fermo restando il rispetto delle norme civilistiche e fiscali che disciplinano le organizzazioni di volontariato e delle tipologie di entrate previste nel presente statuto.

     

Per lo svolgimento delle proprie attività, l’associazione potrà assumere lavoratori dipendenti o avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo o di altra natura esclusivamente nei limiti e nelle modalità previste dall’art.33 del Codice del terzo settore e da altre disposizione di legge in materia.”

     
3.   CENNI STORICI

L’Associazione è stata fondata il 10/08/199 da familiari di traumatizzati cranici e da Operatori dell’Istituto Santo Stefano di Porto Potenza Picena (MC).

-  

Fino al 2022 ha gestito una casa alloggio per i familiari di Traumatizzati Cranici ricoverati all’Istituto Santo Stefano di Porto Potenza Picena (MC);

-   Ha realizzato e diffuso un opuscolo informativo sul Trauma Cranico (2000);
-  

Ha organizzato e condotto un corso di formazione per l’Assistenza Domiciliare ai Traumatizzati Cranici;

-  

Ha realizzato in collaborazione con il CRISS dell’Università Politecnica delle Marche e con l’Istituto Santo Stefano una ricerca sulla realtà del Trauma Cranico nelle Marche che si è conclusa con un incontro convegno e con la pubblicazione del libro “IN BALIA DELLE ONDE” (2009);

-   Ha realizzato e gestisce un proprio sito web (www.associazioneandrea.org);
-  

Ha aperto una sede amministrativa operativa ad Ancona Via Urbino che si affianca alla sede legale ed operativa di via Aprutina 197 Potenza Picena (2009);

-  

Ha partecipato ad incontri di sensibilizzazione e prevenzione di incidenti stradali con varie scuole/istituti di Civitanova Marche (2008-2009);

-  

Ha organizzato con l’ANGLAT due convegni sul tema della “Mobilità Sicura” (2006-2007);

-  

Ha realizzato il progetto + corso “Percorsi di accompagnamento e Family Learning Socio Sanitario per la GCA in accordo con l’INAIL di Ancona per la costruzione di percorsi personalizzati a soggetti con Trauma Cranico (2014);

-  

nel dicembre 2014, nella cornice del Teatro delle Muse, si è tenuta la “XVII giornata nazionale del trauma cranico” con la collaborazione dell’Istituto Santo Stefano, con il Patrocinio del Ministero della Salute e della Regione Marche e sotto l’egida della Federazione Nazionale del Trauma Cranico;

-  

nel 2015 è stato realizzato un progetto ed il corso “Percorsi di accompagnamento e family learning socio-sanitario per il trauma cranico TC e per la grave cerebrolesione acquisita GCA”: l’Associazione è stata affiancata nella realizzazione dalla Fondazione Cariverona, dall’INAIL sede di Ancona, dall’ASUR Marche 3, dalla Confartigianato, dal CRISS e dall’Istituto Santo Stefano. Il progetto si è sviluppato nella costruzione di percorsi personalizzati per soggetti con trauma cranico;

-  

nel 2015 l’Associazione ha curato un laboratorio di fotografia per traumatizzati cranici;

-  

nel novembre del 2017, in occasione della giornata nazionale del trauma cranico, l’Associazione ha promosso con il sostegno del Comune di Ancona uno spettacolo nel Teatro Sperimentale di Ancona intitolato “Uno per tutti … tutti per Andrea”: tra le performance degli artisti che gratuitamente hanno allietato il pubblico, il presidente Carloni Alfio, il figlio Andrea e la Dott.ssa Stefoni Ester dell’Istituto Santo Stefano hanno ricordato gli impatti dolorosi del trauma cranico sulle persone e sui loro familiari, lanciando comunque un messaggio di speranza e di futuro possibile se affrontato tutto insieme;

-  

nel 2018 l’Associazione ha organizzato per la durata di dieci giornate un punto conoscitivo presso l’Istituto Santo Stefano di Potenza Picena, con volontari e materiale informativo della Associazione;

-  

ad ottobre 2019 l’Associazione ha festeggiato il ventennale della sua fondazione presso il Teatro Rossini di Civitanova Marche con uno spettacolo teatrale chiamato “Un sogno intorno al mondo”, un musical animato dalle più belle musiche Disney portato in scena dalla Associazione Culturale “Gli Stronati”.

 
4.   LE ATTIVITÀ DELLA ASSOCIAZIONE
 
L’Associazione opera nel settore Assistenza Sociale e Socio Sanitaria.
 

Anche nel 2021 a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19 e delle limitazioni dallo stesso imposte, il “Servizio di Accompagnamento e Re-Inserimento occupazionale ”, si è limitato a fornire informazioni ed assistenza telefonica alle persone che hanno chiesto indicazioni specifiche circa i propri bisogni.

 

E’ proseguita la fase di realizzazione del progetto “WELL DONE” “WELL DONE – Azioni sinergiche di Welfare Territoriale per il Ben-essere della Famiglia” , in collaborazione con la CoossMarche di Ancona: nel mese di dicembre è iniziata la programmazione delle attività di progetto che verranno realizzate nell’anno 2022 (nel mese di giugno avrà inizio il primo laboratorio pianificato nell’ambito del citato progetto).

 

L’Associazione ha partecipato ai Gruppi di Lavoro della Seconda Conferenza Nazionale di Consenso delle Associazioni che rappresentano i familiari delle persone in coma, stato vegetativo, minima coscienza e GCA. Specificatamente al GRUPPO 2 “Il ruolo delle Associazioni che rappresentano i Familiari ed il ruolo dei Caregivers” e al GRUPPO 7 “Percorsi di formazione, comunicazione e di narrazione per l’affiancamento alla famiglia” è stato pubblicato il Documento Finale approvato dalla Giuria il 10/10/2021.

 

Sono stati informati e anche coinvolti i soci dell’Associazione alla partecipazione di incontri online organizzati dalla Federazione Nazionale Traumi Cranici su tematiche specifiche nonché dalla associazione toscana ATRACTO (sul Progetto “Conosco, Apprendo e Applico”) utili ai familiari per la conoscenza e gestione delle GCA.

 

Per quanto attiene gli aspetti amministrativi, va segnalato che l’Associazione, già iscritta al Registro del Volontariato della Regione Marche, ha avviato le procedure per ottenere l’iscrizione al RUNTS (Registro Unico Nazionale del Terzo Settore) ed ha pertanto approvato il nuovo Statuto con Assemblea dei Soci del 05/03/2021 dandone comunicazione alla Regione Marche. Con lettera del 08/04/2022 l’Ufficio Regionale del RUNTS ha richiesto integrazione informativa/documentale alla domanda presentata: l’Associazione con PEC del 22/05/2022 ha prodotto i chiarimenti richiesti, rimanendo in attesa delle decisioni dell’Ufficio Regionale RUNTS.

 

Sempre a livello amministrativo, a seguito del Decreto Ministero del Lavoro e Politiche Sociali n. 39 del 05/03/2020 disciplinante gli schemi di bilancio degli Enti del Terzo Settore, l’Associazione è tenuta alla presentazione del Rendiconto di Cassa in luogo del Bilancio d’Esercizio sin qui portato alla approvazione dell’Assemblea dei Soci. A tale scopo, si è avvalso della tenuta delle scritture contabili attraverso la sperimentazione del programma Veryfico in collaborazione con il Centro Servizi per il Volontariato di Ancona, programma concesso in uso gratuito per il 2021 e rinnovato in gratuità anche per il 2022. Il Rendiconto di Cassa 2021 allegato alla presente Relazione Sociale è stato redatto secondo le nuove indicazioni di legge, peraltro non ancora definitive (il Ministero non ha ancora stabilito né il documento ufficiale da presentare né le eventuali modalità di invio ove previste a seconda dei singoli ETS redigenti).

 
Scarica il PDF

Torna su


ASSOCIAZIONE MARCHIGIANA TRAUMATIZZATI CRANICI “Andrea” ODV
www.associazioneandrea.org
info@associazioneandrea.org - info@pec.associazioneandrea.org
Cell. Presidente 333 3403189 - Segretaria 331 9322792
Sede Legale - Tel. 0733 689322 - Fax 0733 688958 - Apertura martedì h 13.30-14.30
Sede Amministrativa - Tel. e Fax 071 895736 - Apertura lunedì e mercoledì h 10.00-12.00